Benvenuto/a! Fai una domanda o posta quello che vuoi!

In questo sito si possono fare domande di lingua, sul Giappone (cultura, viaggi, ecc), parlare di anime, inserire immagini, video, musica… Basta che il tema sia il Giappone!

  1. Per commentare non serve iscriversi
  2. Per fare domande, iniziare discussioni, postare immagini, video… bisogna iscriversi. Ti basta inserire un’email e aspettare che ti arrivi l’invito. Per iscriverti clicca qui!
  3. Mando l’invito A TUTTI quelli che lo chiedono! Se non ti è arrivato, controlla tra lo SPAM e/o riprova il giorno dopo!
  4. Quando scrivi commenti o post, rispetta le regole del sito (puro buon senso)
  5. Se hai dei dubbi su come funziona… Chiedi! ^_^

Aiuto per traduzione di 2 frasi

Salve, come da titolo, avrei bisogno che mi aiutiate a comprendere 2 frasi che mi stanno dando problemi.

La prima é questa *みなのお手伝いができればと思って*, che veniva tradotto come“vorrei essere di aiuto a tutti”…ma non capisco come si arriva a questa traduzione…per caso ばと思う sarebbe una forma abbreviata di ばいい(+と思う)?

La second invece é la seguente *正しいとか悪いって決められなくない?*

Alla fine,essendo il doppio negativo, pensavo potesse essere qualcosa del tipo “non é che non riesco a decidere(posso farlo)“, peró mi suona troppo strana come frase…mi potreste aiutare a comprenderla per favore?

Studio dei kanji

Buonasera Kaze,

innanzitutto ti ringrazio ancora per le risposte ai miei dubbi sulla grammatica. Quel punto è stato, grazie a te, risolto. Ora ho capito come procedere.

Ora usufruirò ancora della tua immensa pazienza per rifare una (La) domanda che ti avevo già fatto riguardo lo studio dei kanji….eh si…pensavi di essertene liberato, invece eccola nuovamente qui…😐

Premetto, prima di iniziare, che ho efficacemente letto (tutto) e capito (gran parte) di quello che nel tempo hai pubblicato sul tuo sito SdG, riguardo l’argomento; tuttavia, faccio ancora difficoltà a capire alcune cose sullo studio “efficace”dei kanji. In particolare, facendo un sunto di tutto, ho capito (spero di aver capito) che bisogna studiare i kanji (il loro senso, più che il loro significato), sia singolarmente, sia all’interno di vocaboli, così da imparare anche le varie letture…Ecco, non voglio rifare la stessa domanda a cui hai già risposto più volte…ma ho ancora delle incertezza.

Ti chiedo dunque, senza pretese di alcun tipo, se puoi far vedere concretamente come studiare i kanji, magari con delle foto ai tuoi quaderni o ancora meglio…con un video in cui spieghi “i passaggi da fare”…non mi vergogno di dire che mi sento un cretino a farti una richiesta del genere ma ti assicuro che, con tutta la buona volontà, non riesco a Capire come fare.

Ed ecco che ti chiedo, prendendo un kanji qualsiasi (che serve solo come riferimento*), se puoi spiegare passo-passo i passaggi che bisogna fare per studiarlo (immagina di essere tu in prima persona a doverlo studiare e nel farlo dici ad alta voce tutti i passaggi che fai).

Kanji come riferimento*

Spero, come sempre, che la domanda/richiesta sia comprensibile; ti ringrazio già anticipatamente e, vista la natura particolare della domanda, ti chiedo se puoi provare a risolverla, quando hai tempo…che sia il giorno stesso in cui leggerai questo post, oppure tra 30 anni…non importa, aspetterò…ti chiedo solo, molto cortesemente, di provare a rispondere nel modo più dettagliato ed efficace possibile.

Non odiarmi per tutto questo.😞

Posso permettermi di chiedere agli altri utenti di SdG il loro metodo pratico, circa i miei dubbi sui kanji? Ovvero come fate voi praticamente a studiarli, efficacemente?

Infine (e qui mi rivolgo nuovamente al Gran Maestro) se io, dopo aver trovato il giusto metodo😬, studio i 2300 kanji del Kodansha Kanji Learner’s Course, posso dire di conoscere tutti i kanji (che potrebbero esserci) nei vari livelli jlpt?

Spero anche qui di essere stato chiaro.

Bene. Grazie per il tuo tempo, scusa il disturbo.

Buon fine settimana 😊

Dubbio sull’interpretazione di と

Ciao Riccardo.

Ho qualche dubbio sulla traduzione di questo frammento di dialogo:

  • 次(のグラフを見(てもらうと。
  • はい。
  • 分()かると思(いますが。

Io l’ho tradotto così:
– Vorrei che guardasse il prossimo grafico
– Sì
– Penso che capirà ma…

Il mio dubbio è sul と della prima e della terza riga. Per farla breve, per riuscire a dare un senso al dialogo li ho semplicemente ignorati. Il che mi fa pensare che quindi la mia traduzione sia sbagliata, o almeno approssimata: se c’erano, qualche ruolo devono averlo – solo che non capisco quale sia. Puoi aiutarmi ad interpretarli nel modo giusto?

I dubbi ritornano…

Incollo vecchia mia domanda che è tornata a perseguitarmi, sperando una volta per tutte di poterla eliminare.


[Buongiorno. Sono un appassionato utilizzatore del vostro sito che ogni volta mette a disposizione moltissime risorse per lo studio della lingua giapponese. Ieri ho finito il mio corso di lingua giapponese, durato 4 anni. Ora devo continuare studiando da solo. Ho però dei dubbi e spero che voi possiate aiutarmi. Il corso che ho frequentato ha basato i suoi insegnamenti su 4 libri
( uno per ogni anno, più documentazione extra data dall’insegnante) che dovrebbe avermi portato ad un livello N4. Vorrei andare oltre con lo studio per raggiungere gradualmente l’N3, N2, N1.
Cercando in rete ci sono tantissime risorse però sono sempre sparse e talvolta frammentate; in particolare sono venuto a conoscenza di regole grammaticali che non avevo mai visto e ad ogni ricerca, escono continuamente nuove regole grammaticali, tali per cui sembra che la grammatica giapponese non finisca mai…
C’è un modo, risorsa o quant’altro che elenchi per ogni livello jlpt, tutta ma proprio tutta la grammatica che fa riferimento a quel livello? Es. N5 -> tutta la grammatica (e i vocaboli) per l’N5, ecc…
A prescindere dal livello Jlpt, esiste qualche risorsa o quant’altro che mi indichi tutta ma proprio tutta la grammatica giapponese, con la spiegazione della stessa? Insomma…per studiare bene e quando dico bene intendo BENE…a prescindere dal jlpt che poco dice del vero livello di conoscenza della lingua, a quanto mi hanno detto…utile, interessante ma nulla di più…
Ringrazio per il vostro tempo e confido in una risposta, appena ne avete la possibilità. Grazie.]

Dubbio traduzione

Salve, nel vol. 1 di 無職転生 mi sono imbattuto in questa frase:
「目の前に崖がある。 踏み出して地面に叩きつけられるか、その場に留まって罵声を浴びせ続けるかは君の自由だ」

Traducendo e adattando un po’, mi verrebbe in mente qualcosa tipo: “Sei sull’orlo del precipizio. Puoi proseguire e schiantarti al suolo, o restare lì e continuare a maledirlo. A te la scelta.”

Nella traduzione ufficiale inglese c’è però scritto “You’re standing on the precipice of a cliff. Step forward and smash into the ground below, or stay where you are and endure constant mockery; the choice is yours.”

Ci ho riflettuto per un po’ e sono perplesso da quel “endure constant mockery”. A me pare che l’azione sia compiuta e non subita, altrimenti sarebbe stato 「罵声を浴びせられ続ける」, o sbaglio?
Gugolando sia la forma passiva che quella attiva ho trovato un paio di fonti (rispettivamente https://bizspa.jp/post-416295/ e la risposta 3 in https://oshiete.goo.ne.jp/qa/7950358.html, da cui estraggo「あなたがいつも罵声をあびせられる」タイプかどうかはともかく、私から見ると罵声を浴びせるのは無能で幼稚な人。 che le contiene entrambe) che sembrano confermare la mia ipotesi. Mi sto perdendo qualcosa?

Vocaboli

Buonasera Kaze,

sono nuovamente qui con alcuni dubbi e tu sei la migliore risorsa…

Dall’ultimo post sto studiando i vocaboli e sto scrivendo le varie frasi d’esempio come da te suggeritomi. Mi è sorto un doppio dubbio. Vi sono molti vocaboli giapponesi contenenti anche kanji diversi ma con lo stesso significato (vocabolo a caso che ho trovato niwa, sono, senzai,ecc…insomma vari modi per dire più o meno sempre la parola giardino) ma in questi casi come faccio a capire quale usare? Sono interscambiabili tra di loro? Può accadere che alcuni di essi siano interscambiabili tra loro? (riferito a questo e ad altri conosciuti e ancora sconosciuti vocaboli); inoltre uno stesso vocabolo ha più sfumature di significato ma come posso farmi capire se quel vocabolo ha più significati che vanno bene nella stessa frase? Mi spiego: se dico watashi ha kuruma wo mimasu può significare guardo un’auto oppure, tra gli altri, esamino un’auto. Due significati assolutamente diversi. Ora se sono nel giusto contesto magari risulta più semplice capire ciò che intendo ma se invece fossimo in un caso in cui effettivamente i due vocaboli potrebbero confondersi, come si fa? Spero siano chiare le domande.

P.S.: per pura e semplice curiosità ho visto e conosco il kanji kentei. Ho letto che da un certo livello in su, soprattutto quelli più difficili, vi sono moltissime cose da sapere e conoscere ( non te le elenco ma penso tu le conosca molto meglio di me). La curiosità è: dove si trova materiale per sopperire a tutte quelle informazioni necessarie? Ripeto semplice curiosità.

Grazie sempre per l’aiuto e le informazioni.

Ciao Riccardo, avrei un dubbio…

Ciao Riccardo, avrei un dubbio riguardante けど usato come congiunzione non avversativa. Qui di sotto riporto un paio di esempi trovati su Quora.
Per quanto abbia cercato, non ho trovato una spiegazione per quel che riguarda i casi in cui è possibile utilizzarlo con quella sfumatura di significato.
Ti chiedevo gentilmente una spiegazione a riguardo. Grazie in anticipo! 🙂

田中さんにパーティーに誘われたんですけど、プレセントを買いに行こうと思って。

Sono stata invitata da Tanaka san alla festa, e stavo pensando di andare a comprare un regalo.

作ってみたんですけど、超うまくできた!

Ho provato a farlo, ed è venuto benissimo!

Come si nota negli ultimi due esempi il けど non assume un significato di MA, ma è una congiunzione che unisce le due frasi, e non con valenza negativa.

Fonte:
https://it.quora.com/Che-differenza-c%C3%A8-in-giapponese-tra-%E3%81%A7%E3%82%82-demo-e-%E3%81%91%E3%81%A9-kedo/answer/Michele-La-Rosa-3

Ascolto e Conversazione

Buonasera Kaze,

innanzitutto come va? Spero bene.

Con il corso di giapponese che sto seguendo abbiamo iniziato a vedere (così vuole il corso) la parte d’ascolto e conversazione. Penso sia molto utile fin da subito provare ad ascoltare e conversare nella lingua che si studia. Trovo però molta difficoltà, non solo a capire testi e audio ma anche solo una conversazione tra me, i miei compagni di corso e la docente. In ogni situazione appena descritta riesco più o meno a percepire, captare i vocaboli ma dal riuscire a tradurli nell’immediato e di conseguenza capire ciò che leggo o ascolto faccio moltissima fatica.

Vero e mi vergogno dirlo, il mio vocabolario è ancora troppo scarno e superficiale e qui tocca a me impegnarmi ma faccio proprio tanta fatica. Eccomi dunque qui a chiederti qualche consiglio, sperando sia chiara la situazione sopra descritta. In particolare ho iniziato ad ascoltare dei podcast in lingua, per entrare in quella routine “ascolto in lingua, percepisco in lingua, assorbo la lingua, cerco di tradurre ma non tradurre in italiano (non so se è chiaro questo ultimo passaggio), cerco di far diventare (in me) sempre più abituale la nuova lingua”… in parole povere cerco di “ascoltare con metodo”. Fare esercizi d’ascolto più e più volte è utile?

Inoltre vorrei (e dovrei) come hai forse ben inteso ampliare il mio vocabolario. Conosci qualche sito o libro o quant’altro per ovviare a questo problema? Io da poco ho scoperto il sito kanshudo (non so se lo conosci) e da lì sto studiando i vocaboli. Posso sapere cosa ne pensi?

Mi permetto di linkare qui il suddetto sito ad una delle pagine di vocaboli che sto studiando. Un tuo parere sarebbe ben gradito. Grazie.

https://www.kanshudo.com/collections/wikipedia_jlpt/WPJLPT-N5-1

Buona serata.

Sistema di Periodizzazione

おはようございます!

Sono Simona ed è un anno che studio giapponese, nonostante sia appassionata del Paese del Sol Levante da molto tempo. Vado poi all’università e oltre alla lingue studio anche anche la storia, la geografia, la letteratura e tutto ciò che riguarda il Giappone, di conseguenza cerco di informarmi il più possibile su un po’ tutti gli aspetti di questo meraviglioso Paese; un giorno mi piacerebbe (per cominciare) viverci e studiarvi per qualche mese e poi chissà…

Studiando e leggendo molteplici libri, spesso mi sono sorte delle curiosità che sono andata a ricercare in Internet. Però, non sono mai riuscita a trovar risposta su un quesito, per cui pensavo di chiedere qui.

Conosco il sistema di periodizzazione della storia giapponese, di conseguenza sono giunta alla conclusione che non usano a.C. e d.C. come da noi. E fin qui tutto ok. Però, se dovessero dire, ad esempio, quando iniziò la storia dell’Antico Egitto, come direbbero? Noi scriveremo che iniziò dal 3900 a.C. E in Giappone, invece?

Scusate se forse la domanda potrà sembrare banale, ma è un dubbio che mi “perseguita” da un po’, ahahah!

Grazie in anticipo a chiunque saprà illuminarmi!

Tempo e risorse

E’ da molto tempo che non chiedo più il tuo aiuto per i miei dubbi.

Ho finito il corso della Hoepli (vol. 1, 2,3). Ora mi sono messo a ristudiare e ripassare tutto in vista dell’esame N4 di dicembre (se lo fanno). Ho visto e letto il tuo articolo di qualche mese fa in cui elencavi (consigliavi) le risorse ovvero i libri da utilizzare per l’N4. Sto cercando di reperirle. Ho visto e letto anche il post sul materiale consigliato per l’N3.

So che dare il jlpt non significa necessariamente conoscere il giapponese ( che da quanto ho letto sul tuo post dell’N3, inizia proprio con questo livello [ i primi livelli N5, N4 sono come la buca per mettere le fondamenta N3]) ma visto che ho usato tempo e denaro almeno come inizio vorrei prendere un N4 e poi gli altri.

Ho detto che ho finito il corso hoepli, sto cercando di reperire i libri che hai consigliato ma vorrei, ora, sapere se da qualche parte (intendo sul tuo sito o in giro per la rete (che tu sappia)) esiste qualche lista esaustiva con tutti gli argomenti di grammatica da conoscere per i vari livelli del jlpt (5, 4, 3, 2, 1).

Quando dici che “superare il jlpt non significa necessariamente conoscere il giapponese” ti riferisci anche alla grammatica? e nel caso allora ecco una nuova domanda:

conosci risorse e liste esaustive in cui è spiegata e/o elencata TUTTA la GRAMMATICA GIAPPONESE ( anche le cose meno conosciute, più particolari). Non che ne abbia bisogno tutto e subito ma ho un mio metodo personale di studio…

Quando parlo di liste intendo veri e propri documenti (magari in excel, world, o qualunque cosa ti venga in mente [un po’ come fa il sito jlptsensei* che mette a disposizione le  flashcard con la grammatica]) con le varie espressioni grammaticali esistenti e magari con la possibilità di “spuntare” quella imparate e vedere cosa ancora c’è da imparare.

  • mi piace molto come sito proprio per la presenza delle flashcard, con la regola ben in vista ma “a sensazione” sembra che ci siano solo un po’ di regole e non TUTTE.

Ultimissima cosa: conosci il sito marshallyin.com? Un parere, grazie.

Un saluto,

Grazie