Benvenuto/a! Fai una domanda o posta quello che vuoi!

In questo sito si possono fare domande di lingua, sul Giappone (cultura, viaggi, ecc), parlare di anime, inserire immagini, video, musica… Basta che il tema sia il Giappone!

  1. Per commentare non serve iscriversi
  2. Per fare domande, iniziare discussioni, postare immagini, video… bisogna iscriversi. Ti basta inserire un’email e aspettare che ti arrivi l’invito. Per iscriverti clicca qui!
  3. Mando l’invito A TUTTI quelli che lo chiedono! Se non ti è arrivato, controlla tra lo SPAM e/o riprova il giorno dopo!
  4. Quando scrivi commenti o post, rispetta le regole del sito (puro buon senso)
  5. Se hai dei dubbi su come funziona… Chiedi! ^_^

Ciao a tutti!

Nonostante io segua già da un po’ la pagina Facebook, solo ora ho trovato questo sito (Dell’altro ero a conoscenza) e mi sono decisa a iscrivermi!
Oggi, studiando, ho trovato grande difficoltà nel tradurre il pezzo di una lettura in realtà non difficile, ma che mi confonde parecchio. Il testo tratta di “numeri fortunati e numeri sfortunati” :

香港では発音するといい意味になるナンバー、例えば「必ず金持ちになる」と言う意味の「1818」は、オークションで数百万円から数千万円というびっくりするぐらいの値段がつくこともあるそうです。

日本では抽選に当たれば、人気がある番号(1や8888など)を手数料だけで手に入れることができますから、日本人からすると考えられないことです。

Spero che qualcuno possa aiutarmi, sarà la stanchezza, ma non riesco proprio a collegare queste 2 frasi con il resto del testo! :/

前の建物

Buongiorno, sono rimasto perplesso quando ho visto questa frase: オペラ劇場は前の建物です。

Avevo studiato che per indicare i luoghi si doveva scrivere tipo: 私の家は劇場の前にです。

Quindi perché invece è scritto: 前の建物 e non 劇場の前 ?

Buongiorno, la mia domanda è:

che differenza c’è fra どのぐらい e どのくらい ?

grazie

Il tuo sito-blog

Buongiorno Kazesan.

E’ passato parecchio tempo dall’ultimo mio post e ahimè ho tralasciato per un bel po’ lo studio del giapponese. Ecco quindi che, non essendo comunque ancora immerso di informazioni, ho deciso di riprendere tutto da zero (anche se, per fortuna è un po’ più di zero). Sono quindi subito corso a cercare nel tuo sito e ho trovato tra gli altri due, chiamiamole, pagine fondamentali:

  1. Affrontare il jlpt, suddiviso in articoli per jlpt N5 e tutto il materiale per tutti i livelli jlpt.
  2. Lista dei pattern grammaticali per esempi relativi al livello N5 del JLPT.

 

Vorrei sapere se, per quanto riguarda gli argomenti trattati nel punto 1 al paragrafo (articoli per jlpt N5), sono ancora freschi, nel senso che posso mettermi li, con impegno, partendo dall’inizio e ri-studiandoli/studiandoli; e se gli argomenti al paragrafo (tutto il materiale per tutti i livelli jlpt) suddivisi in grammatica, vocaboli, kanji ed espressioni sono anch’essi “freschi”, validi per lo studio (in particolare quelli che si collegano a siti esterni). Mi fido di te (e del tuo sito), non mi fido degli altri.

Invece per quanto riguarda il punto 2 vorrei sapere se questa tipologia di lista con tutti i pattern grammaticali N5 è possibile trovarla anche per gli altri N4, 3, 2,1 così da avere una sorta di check-list in cui spuntare gli argomenti studiati ed imparati (robe mie) ma anche per avere sott’occhio tutto. Infine, sempre a riguardo di questo ultimo punto, ho notato che molti pattern non hanno il proprio link che porta alla spiegazione. Come posso fare se (e ti dico che è già così)non capisco un certo pattern e  volessi studiare e capire le regole grammaticali?

Ultimissima cosa: alcune volte uso questi siti: Jgram, japanesetest4you, jlptsensei.

Cosa ne pensi, se li conosci?

Grazie come sempre di tutto, buona giornata, buon lavoro.

 

Presentazione e alcune domande

Ciao a tutti, sono nuovo, ho conosciuto questo sito grazie alla pagina facebook ‘Studiare (da) Giapponese’ (alla quale mi sono iscritto da pochissimo) Ringrazio in particolar modo Riccardo Gabarrini, (Tutta la mia Stima ed ammirazione) per la realizzazione e la dedizione a questi due fantastici portali e per avermi dato la possibilità di scrivervi.
Non vi annoio scrivendovi una presentazione lunga che a molti potrebbe risultare off topic, accenno solo che sono appassionato da sempre del Giappone, e di tantissime cose che fan parte del Sol Levante, dall’architettura alla cultura giapponese, ai Manga, anime, videogames, Musica, cibo e tante altre cose.
Ho da un po’ di tempo il desiderio di riuscire ad imparare il Giapponese, da Anni guardo anime e trasmissioni televisive in lingua originale con sottotitoli in italiano e molto spesso riesco a riconoscere tante parole, e ne ho imparato il significato e la pronuncia. Mi piacerebbe tantissimo ampliare la mia conoscenza imparando la lingua (anche se so che non è cosa facile), e da qualche settimana leggo su tanti siti internet come poter iniziare a Studiare Giapponese e qui sorge la Mia primissima domanda molto banale..
Da poco tempo ho iniziato a seguire delle semplici (forse troppo) lezioni di Giapponese su un sito (che per motivi di pubblicità non nominerò) il quale mi permette di completare, scrivere e rispondere su delle frasi Giapponesi in Romaji,
e Qui mi è sorta la domanda..

(Da un breve descrizione trovata in rete). In Giappone vengono utilizzati tre diversi sistemi di scrittura;
° Hiragana, usato per scrivere la grammatica giapponese (desinenze dei verbi, postposizione) e le parole che non esistono in Kanji.
° Katakana, usato per tradurre i nomi stranieri, le onomatopee e i termini scientifici.
° e Kanji, derivato dalla scrittura cinese, questi caratteri sono varie migliaia e conoscerne un po’ a memoria è necessario per essere in grado di leggere e scrivere in Giapponese, Un Kanji può quindi rappresentare la radice dei verbi, degli aggettivi o, integralmente, una buona parte dei sostantivi della lingua giapponese. Dal Kanji vengono Hiragana e Katakana.

A conoscenza di questo qual è per un Italiano il modo più indicato per iniziare a studiare il Giapponese??
Partire dal Romaji? Per poi passare a i due alfabeti sillabici Hiragana e Katakana ed infine imparare i caratteri,
ovvero la scrittura Kanji? O cè un passaggio inutile in quanto ho ipotizzato?
Qual è il metodo di scrittura ‘più usato’ che ci si ritroverà davanti una volta in Giappone?

So che tra i primi acquisti consigliati vi è l’acquisto di un buon dizionario con trascrizioni in Romaji, così da poter iniziare ad avere più familiarità possibile con le parole, ma il Giapponese va iniziato a studiare in Romaji, Hiragana, Katakana, o Kanji?
(perdonate la confusione a riguardo)
(e perdonatemi se mi sono dilungato) credo sia molto importante avere dei punti di riferimento e scegliere con attenzione il materiale di studio.

Un ultimissima domanda aggiuntiva che vorrei porre, ho letto in rete che Se si ha intenzione di studiare in Giappone (magari dopo una giusta preparazione in italia) lì esistono delle scuole di lingua giapponese per stranieri,
è vero che generalmente si parte dall’equivalente in euro di 1,000,000 Yen per l’iscrizione ad un corso di 6 mesi?
1,000,000 Yen equivalgono a 8231 euro?? (Ho convertito la cifra con più convertitori ma non sono riuscito ad avere una risposta chiara). Grazie a tutti per la paziente attenzione e perdonatemi se mi sono dilungato.

Fine anno e …

Buonasera Kaze. Tutto bene? So che siamo in periodo di vacanze ma sono qui con i miei dubbi esistenziali sul giapponese.

Avevo già fatto una domanda simile ma ho ancora questi dubbi:

Oggi stavo studiando giapponese (la parte di grammatica) dal libro di corso (so che non è una grammatica in senso tale) “Corso di lingua giapponese vol3”, che , con gli altri due libri della stessa serie (Vol 1 e 2) a quanto detto dalle mie docenti, dovrebbero +o- bastare, grosso modo, per passare il jlpt N4.

Orbene. Oggi, libro Vol. 3 alla mano stavo studiando l’espressione tsukaetekudasai (per riferire un messaggio) ma essendo quel libro un po’ troppo riassuntivo nelle spiegazioni, ho cercato tale espressione (tsukaetekudasai) in vari libri, tra cui il Kubota, Sato-Complete Japanese Grammar, il Tae Kim e non trovando nulla a riguardo ho sfogliato (forse male) i tre libri di grammatica di Tsutsui e Makino (giallo, blu e rosso) ma anche lì mi è parso di non trovare nulla.

Quindi eccomi qui con le seguenti domande:

  1. Cortesemente una tua spiegazione su tsukaetekudasai
  2. Vorrei prendere, almeno una certificazione N3 (se non di più)…ma se i libri di corso e/o grammatica ti lasciano dei dubbi ma sopratutto dei “vuoti” così, come posso fare? [anche se la grammatica è solo uno dei problemi, forse il minore]
  3. Ipotizzando di equiparare la grammatica richiesta nei vari livelli del jlpt con la grammatica effettivamente spiegata nei tre volumi di Tsutsui e Makino, secondo te, quest’ultima a che livello potrebbe portarmi? Ossia, in altre parole, secondo te posso studiare i vari volumi giallo, blu e rosso (anche se sono grammatiche), come libri di “corso” così da “conoscere” la “Grammatica giapponese” e dirmi pronto per qualsiasi livello jlpt (sezione grammatica)…non so se intendi ciò che voglio dire…

Per quanto poco chiare siano le mie domande, spero tu possa risolvere questi miei dubbi.

Ci sono le vacanze e il Natale e mai mi permetterei di volere o pretendere la tua disponibilità  in questi tempi, semplicemente se, finite le vacanze, potessi rispondermi, senza fretta, te ne sarei grato. Come sempre.

Ne approfitto per farti gli Auguri di Natale e di Buon Anno

{[(Auguri anche a tutti gli altri)]}

~ば、~ほど …e possibili alternative

Ciao. Ho un dubbio su uno degli utilizzi di “hodo”
Per quanto riguarda la funzione “più fai una cosa e più ottieni questo risultato” (non sono brava a spiegare, ma sicuramente avrai capito quale intendo)
Il dubbio che ho sta nel fatto che io avevo sempre utilizzato “v.ba+verbo forma dizionario+hodo”, ma ho visto in giro che viene usato anche solo ” verbo base+hodo”.
Tipo la frase “terebi o mireba miru hodo me ga waruku naru” l’ho vista anche come “terebi o miru hodo me ga waruku naru”…Quindi la mia domanda è: ci sono differenze tra le 2 versioni oppure il significato è lo stesso?