La forma passiva in giapponese

Salve a tutti! Mi chiamo Angelo e questo è il mio primo post, contento di far parte di questa bellissima community ^.^
Allora L’argomento è il Passivo. Passivo diretto e passivo indiretto. Questo quello che ho capito:
A)
1)Il passivo diretto è quello uguale all’italiano e all’inglese dove il soggetto è chi subisce l’azione e, il verbo utilizzato dalla frase è sempre (cosi dice il Dictionary of Basic Japanese) in forma transitiva.
2) Si chiama Passivo diretto perchè ad es. Se dico Laura ha tradito Marco, Marco sarà l’oggetto diretto della frase (poichè il verbo spiega la sua azione senza nessuna intermediazione di preposizioni). Quindi ogni volta che ho una frase simile in italiano uso questa costruzione.-> Chi subisce , Chi fa l’azione , Vtransitivo al passivo.
3)Attraverso questa forma però non diciamo nulla se l’evento della frase sia negativo o positivo per il soggetto.

B)
1)Il passivo indiretto (e questo non ho capito) presenta la stessa costruzione del primo in ordine degli agenti della frase, ma è unico rispetto all’inglese e all’italiano. In queste non può esistere perchè quando facciamo una frase attiva del tipo:
Gli scalatori sono arrivati al rifugio,
la stessa non può essere resa passiva in italiano dicendo il rifugio è arrivato dagli scalatori, poichè qui “al rifugio” è oggetto indiretto, ovvero il verbo spiega l’azione tramite la mediazione della proposizione. Percio se voglio renderla passiva sono costretto a cambiare verbo (raggiungere).
In giapponese invece questa stessa frase posso farla usando lo stesso verbo della frase attiva. Coniugandolo al passivo ed ecco la frase passiva indiretta. Ma Una frase passiva con oggetto indiretto potrà essere messa in modo da formare un passiva con oggetto diretto?
2)Nel passivo indiretto come deve essere il verbo che utilizzo? Lo stesso della corrispondente frase attiva, congiugato al passivo ma la formadel verbo deve essere transitiva o intransitiva? O se è intransitivo quello attivo, intransitivo rimarrà nella passiva?
3) Questo tipo di passivo è quello che ci dice se un evento ci è stato “antipatico” o “simpatico”. Ma questa cosa vale sempre oppure dipende dal contesto e quindi a volte è neutra?

Io sto studiando da Genki e Grammatica giapponese ma questo argomento è spiegato in modo terribile sul secondo. Mi aspettavo qualcosa in più. Posso avere degli esempi di passive con oggetti indiretti.
Grazie in anticipo per il tempo che verrà dedicato alla risposta.

Annunci

Riviste Giapponesi

Ciao, vorrei provare a leggere qualche rivista in giapponese, avresti qualche suggerimento?

per ora non ho trovato che questo topic e poco altro a riguardo:

ti ringrazio 🙂

Utilizzo forma in -tara

Salve! Oggi stavo studiando la forma in -tara dei predicati e mi è sembrata abbastanza semplice, non fosse per un paio di frasi proposte dal libro: questo spiega che viene utilizzata con la principale al passato per esprimere una conseguenza diversa da quella che ci si aspettava (in caso contrario invece andrebbe usato il toki, giusto?) e usa come frase di esempio: “家に帰ったら、友達が来ていました。”, traducendola come “Quando sono tornato a casa, c’era un mio amico. [Contrariamente a quanto mi aspettassi.]”. Poco dopo come frase di esempio per l’ipotesi irreale utilizza invece: “高かったら、買いませんでした。”, traducendola come “Se fosse stato caro, non l’avrei comprato”. La struttura delle due frasi mi sembra però la stessa, quindi la prima frase non potrebbe essere tradotta anche come “Se fossi tornato a casa, ci sarebbe stato un mio amico”? E in questo caso, si deve quindi desumere dal contesto quale dei due significati possa essere più adatto?

Storia dell’Asia

Ciao a tutti.
Vorrei comprare dei libri di storia sul Giappone,sulla Cina e la Corea.
Avete consigli?

Dubbio

Innanzi tutto grazie per la risposta all’ultima domanda che ti avevo posto.

Ho un dubbio sul corso di giapponese che frequento. Mi spiego: frequento un corso di lingua in cui utilizziamo i libri della hoepli. Il corso dura 3 anni e pero ogni anno usiamo un libro Volume x di Giapponese, oltre ad altro materiale. La nostra professoressa ha detto che finiti i tre anni di corso e completato anche il corso di perfezionamento, in pratica un quarto anno, saremo in grado di sostenere l’n4. Ora mi chiedevo se dall’n4 all’n1 è tutta questione di vocaboli e kanji o se c’è ancora grammatica “di livello superiore”, ovvero grammatica che va al di là di quella studiata in questi anni, usando questi libri. Già che lo studio voglio fare una cosa fatta bene, più completa possibile. Spero sia chiara la domanda.

Infine quando esce il tuo libro?

Grazie come sempre, buona giornata.

Aggettivo in -i + sostantivo o avverbio + no + sostantivo?

Salve, per prima cosa vorrei approfittarne per augurare buone feste a tutti i membri di questa community e in particolare a Kazeatari.

Mi sento un po’ in colpa a fare domande anche durante questo periodo, ma purtroppo sono incappato in un dubbio che non riesco a chiarirmi.
Questo riguarda una frase che ho trovato studiando sul libro della hoepli: “[…]、近くの公園まで歩きます。”. Specifico che il libro non ha precedentemente introdotto gli avverbi se non introducendo il kanji in questione (近) e scrivendo che con esso è possibile formare due vocaboli: 近い e 近く, entrambi tradotti come “vicino”. Tuttavia, anche dopo averli studiati sulla grammatica, continua a non essermi chiaro l’utilizzo dell’avverbio che si ha nella frase sopra citata: non sarebbe più corretto scrivere “近い公園まで歩きます。”? O forse sono solo due modi diversi per esprimere la stessa cosa, e pertanto intercambiabili?

Costruzione con うえ

Ciao Kaze,

ho un dubbio su una costruzione che non ho mai incontrato.
Ho scritto la frase:
“昨日の晩はとても遅く寝ました。そして、今朝はとても早く起きました。”
e m’è stato detto che la seguente suona più naturale:
“昨日の晩はとても遅く寝たうえ、今朝はとても早く起きました。”.

Ora, che è quell’うえ? Un'”abbreviazione” di その上?