Ciao a tutti quanti :)

sono Giovanni e ho iniziato due giorni fa a studiare il giapponese, da autodidatta e su internet, grazie al sito fantastico che kazeatari ha creato! Ho già iniziato a studiare il sillabario hiragana, e nelle prossime settimane proseguirò con quello katakana, per poi iniziare a studiare i ”famigerati” KANJI…
Sono proprio i kanji l’oggetto di questa mia domanda. Infatti ho guardato nel sito, nelle domande frequenti e quant’altro (magari non ho controllato bene, per carità, ma non so più dove guardare) ma non ho ancora capito come effettivamente funzionino.
Per quanto ho capito fino ad ora, dovrei imparare a memoria 1006 (o 2000, anche qui non ho ben capito) piccoli disegnini, composti da tanti trattini piccoli e difficilmente distinguibili, simili tra loro, senza poter intuire dalla loro forma cosa significhino e, ancor peggio, senza poter avere la minima idea di come si pronuncino, nel caso in cui non li si conosca -a memoria-. E’ così?
Mi potreste spiegare come funzionano, il loro meccanismo? Le due diverse pronunce da usare (so che nel sito è un argomento che viene trattato, ma da lì non ho capito…)?
Domande fondamentali a cui non ho risposta sono:

  • se i kanji si uniscono, la pronuncia dei kanji uniti diventa UNA SOLA per tutti gli n-kanji della parola, o devo pronunciare i SINGOLI n-kanji?
  • da un kanji si può estrapolare la pronuncia (magari usando questi famosi radicali) oppure no?
  • quale pronuncia uso (ON o KUN)?
  • come faccio a impararli a memoria? Insomma, a quanto pare è più che possibile, ma a me pare al contrario umanamente IMpossibile (concezione chiaramente sbagliata, lo so, vedasi tutti coloro che leggono il giapponese)… qualche consiglio al riguardo?
  • i kanji DOVE si usano? Nelle radici dei verbi? Per i sostantivi? Per gli avverbi? Per gli aggettivi? Per le congiunzioni? Qui tenete conto che ancora non ho studiato la composizione delle frasi, la struttura di verbi e aggettivi ecc. ecc., ma se potreste accennare qualcosa… 🙂

Ultima domanda, che però non riguarda i kanji: premettendo che una lingua non si smette mai di imparare, che va praticata frequentemente per non dimenticarsela ecc. voi quanto ci avete messo ad imparare il giapponese fino ad un livello che vi permettesse di comprendere testi scritti (manga e libri) o film (anime e animazioni) e di comunicare basilarmente con gli altri parlanti giapponesi? Insomma, quando siete riusciti a costruire frasi di senso compiuto?
Scusate per la lunghezza della domanda, e grazie in anticipo per le risposte 😉

Annunci