Motivi candidi o no? Traduzione di 部に入った動機はわりと不純だ

Salve. Mentre leggevo la traduzione ufficiale inglese di un manga che seguo ho incontrato questa frase でも部に入った動機はわりと不純だ e mi sono venuti alcuni dubbi a riguardo.
Ho visto che in alcuni casi (ad esempio questo) e da altri traduttori (alcuni fansub dell’anime), la frase è stata tradotta semplicemente in “Ma mi sono unita al club anche per un’altra ragione”; altre volte, però, ho visto che è stata tradotta specificando che la ragione per cui si era unita al club era impura.
Per questo motivo mi chiedevo, c’è una particolare motivazione o si tratta solo di una scelta di adattamento (magari un modo di dire o un’espressione che non va tradotta letteralmente)? Dato che lo sto anche traducendo, mi chiedevo quale sarebbe la scelta migliore in questo caso.

Annunci

in che senso il ni?

come sappiamo, il de esprime , tra i vari complementi, quello di strumento. In un testo inglese e giapponese però alla frase ” plaese send this letter by express email” la traduzione data è ” この手紙、そくたつにしてください

il ni mi ha sorpreso: suru ni sapevo significasse o trasformare, fare in modo che o in taluni contesti decidere quindi ho pensato che il ni quindi avesse una funzione autonoma, scissa dal suru e ricoprisse quello che pensavo facesse il de come complemento di strumento. In tal senso, quindi, mi chiedo il perché il testo metta il ni: forse ha una funzione modale-avverbiale? Perché proprio ni?

Curiosità sui nomi propri

Buongiorno.

Ho una curiosità sulla scrittura dei nomi propri. Ad uno stand di articoli giapponesi al Lucca Comics di quest’anno c’era una signora giapponese che ti scriveva il tuo nome in cambio di un’offerta. Una mia amica si è fatta scrivere il suo nome: Eleonora.

La signora ha scritto 絵礼尾野羅 che appunto si dovrebbe leggere えれいおのら.

Volevo sapere se ha senso scrivere un nome proprio straniero in questo modo.

Grazie.

 

passivo e costruzioni

ho preso il libro da te consigliato e lo sto studiando ma nella parte del ripasso c’è qualcosa che mi lascia sbigottito e sbigottito è dire poco.

come sappiamo infatti, sia in jap che in italiano la forma passiva si costruisce dando a chi subisce l’azione il soggetto e chi la compie il complemento d’agente(se asserisco ”io sono mangiato dal leone” pur essendo il subente l’azione sono soggetto)

questo sia in jp che in it

ma in un testo che mi hai consigliato asserisce vistosamente

”my mail get read by my father : ちちにメ-ルを読まれてしまいました ”

COSA? Se mail è ciò che subisce l’azione(essendo letta) come può aver prima il wo? Allora è retta da shimau ? forse in questa costruzione specifica si fa così? Ma che costruzione è?Sì, lo conosco il te shimau ma non sapevo che con la forma passiva potesse mutar la costruzione. Qualcuno mi può spiegare cosa il libro vuol dire?
Io onestamente sono rimasto con le labbra aperte tutte il tempo.
p.s. sì ho controllato, questa frase NON fa parte delle frase errate messe con la x, ha il pallino affianco quindi per il libro è corretta
 

 

“È questo quel film che vogliamo vedere?”

Ciao.
Ho provato a tradurre in giapponese una frase che mi e’ venuta in mente: ”E’ questo quel film che vogliamo vedere?”
L’ho tradotta cosi’ dopo essermi corretto per aver messo antatachi al posto di wareware, ma e’ cmq sbagliata… La mia traduzione è questa: あれはあの映画をわれわれ見るつもりですか .
Ho provato a farmi correggere su questo sito
https://japanese.stackexchange.com/questions/53986/phrase-word-order-with-tsumori
ma non sono riusciti a aiutarmi. C’e’ un modo per tradurla in giapponese?

costruzioni di naranai

stavo studiando le varie costruzioni di naranai poiché me lo sono trovato di fronte.
Purtroppo ho dimenticato il link dal quale ho attinto ma,dopo averle tutte studiate, mi ritrovo un giapponese che mi scrive

練習にならない

e sotto commenta ” he can’t even start practising”

a tale asserzione rimango allibito: nelle costruzioni che ho studiato il naranai ha una funzione o di tipo coercitivo (devi o non devi ma si costruiscono in maniera diversa da questo modo) oppure una funzione espressiva (non posso far altro che, non riesco a far altro che e si costruiscono comunque non in questo modo ) . A questo punto ho pensato ” forse ha eluso il suru e ha messo il ni essendo renshuu un sostantivo” ma comunque anche in questo caso la traduzione sarebbe diversa da come l’ha posta questo giapponese su questo forum.
allora, domanda: ha sbagliato o esiste una costruzione di naranai che non conosco?

cosa pensate dei libri n?

Stavo pensando di acquistare i libri n

che ne pensate?
Sono fatti bene ?
Qualcuno di voi li ha utilizzati?

Io so bene tutta la grammatica di base ma volevo imparare tutte le espressioni usate e cose del genere: vvanno bene i libri n per questo?

kaze li hai utilizzati? che ne pensi?